Il latte materno non finisce di stupire.  Al suo interno vi sarebbe anche una sostanza paragonabile a un antibiotico naturale. La scoperta è firmata da Donald Leung del National Jewish Health, ed è stata pubblicata su Scientific Reports. Il composto si chiama GML, presente anche nel latte vaccino ma in concentrazioni molto più basse. E’ invece del tutto assente nel latte artificiale. Il GML sarebbe in grado di eliminare piccole colonie di Staphylococcus aureus, Bacillus subtilis e Clostridium perfringens. L’aspetto interessante è inoltre la selettività della sostanza, che uccide solo i batteri pericolosi per la salute, mentre favorisce lo sviluppo di quelli buoni, i lattobacilli della famiglia dell’Enterococco e i bifidobatteri. Per tutti questi motivi, i ricercatori hanno intenzione di inserire in futuro sia latte vaccino che in quello artificiale il GML come additivo, affinché anche i bambini che non hanno la fortuna di essere allattati al seno possano beneficiare dei suoi effetti positivi.  A.Sperelli