CONCORSO “ARTISTI” PER PEPPINO IMPASTATO NEL QUARTIERE DI TORPIGNATTARA

CONCORSO “ARTISTI” PER PEPPINO IMPASTATO NEL QUARTIERE DI TORPIGNATTARA

LA MANCINI: SCUOLA PLURIPREMIATA IN SICILIA VINCE SUI TEMI DELLA LEGALITA’. L’Istituto comprensivo di Via Laparelli ha stravinto a Cinisi lo scorso 17 giugno nel 1° Concorso letterario nazionale  “Artisti” per Peppino Impastato”. L’evento, organizzato dallo scrittore e giornalista Salvatore Lanno, in collaborazione con La piccola Orchestra onlus, si è svolto nella sala civica del comune palermitano, alla presenza delle autorità locali, del Presidente di giuria e giornalista, Michele Cucuzza, e della scrittrice Vittoria De Marco Veneziano. Particolarmente coinvolgente l’intervento di quest’ultima, tutto rivolto alle nuove generazioni, ma anche un elogio alle insegnanti che, con il loro entusiasmo, riescono sempre a trascinare i giovani verso strade di bellezza e conoscenza, con esempi di dedizione gratuita, non accompagnata necessariamente da compensi, e spirito di abnegazione non comuni. Alle classi Quarta A e Prima A del plesso Pietro Mancini dell’ Istituto rispettivamente sono andati il secondo e terzo posto, nella sezione  dedicata alle scuole, con le opere “La Legalità è”  e “Un antidoto per il mondo”. Agli alunni della Quarta, già conosciuti ai lettori di Via Vai per aver raccontato in più occasioni le  numerose attività intraprese nel quartiere sui complessi temi del vivere comune, è andata anche la menzione speciale della critica, con il brano “La scuola, un diritto con le ali”, composta sotto la guida della maestra e musicista Carla Monterosso. A ritirare i riconoscimenti, oltre  a quest’ultima, le maestre, Marisa Madera, con una formazione specifica nell’ambito della Legalità e da anni impegnata in tal senso, l’insegnante Maria Ghidelli a cui si deve gran parte della costanza, e chi vi scrive, nel doppio ruolo di docente e cronista. Il...
Risultati Concorso Letterario Nazionale “Artisti” per Peppino Impastato

Risultati Concorso Letterario Nazionale “Artisti” per Peppino Impastato

Concorso Nazionale Letterario “Artisti” per Peppino Impastato Prima edizione Classifica e premi Sezione A: Poesia a tema libero (compresa Poesia dialettale)   1° Classificato: Salvatore Pidone con l’opera “Salvaci” (Como) 2° Classificato: Paolo Zogno con l’opera “Mentre coglievo margherite sulla pelle della Luna” (Torino) 3° Classificata: Valeria Davide con l’opera “Torno a te” (Caserta)   Premio speciale conferito a: Luigia Sciortino con l’opera “A Peppino Impastato: bravo cittadino” (Partinico – Palermo) Menzione d’onore conferita a: Francesco Billeci con l’opera “Peppino, una voce danzante” (Borgetto – Palermo) Rosario La Greca con l’opera “L’alba nuova un dì verrà” (Brolo – Messina) Giuseppe Modica con l’opera “La voce del coraggio” (Ragusa) Amelia Baldaro con l’opera “La Fenice” (Genova) Gianluigi Redaelli con l’opera “Il tuo nome, Peppino” (Balestrate – Palermo) Vito Sorrenti con l’opera “Che diranno alla madre” (Sesto S. Giovanni – Miano) Rosaria Franco con l’opera “I resti dell’inverno” (Melizzano – Benevento) Calogero Sorce con l’opera “Sugnu Pippinu” (Venaria – Torino) Cristian Zarotti con l’opera “Sinistra” (Parma) Salvatore Gazzara con l’opera “La puisia” (Messina)   Menzione di merito conferita a: Igea Arnao con l’opera “Cerca rifugio” (Palermo) Vincenzo De Marco con l’opera “La mia terra” (Grottaglie – Taranto) Marzia Schenetti con l’opera “La vita è breve” (Cerredolo – Reggio Emilia) Vincenzo Patierno con l’opera “La strada” (Napoli) Angela Russo con l’opera “Gli uomini sensibili” (Prato) Massimiliano Raso con l’opera “L’amore è follia” (San Giorgio – Taranto) Elena lo Casto con l’opera “Sale il fumo” (Bologna) Selene Pascasi con l’opera “Io ti amavo” (L’Aquila) Greco, F. Bifano, A. Di Vita, S. Schepis con l’opera “Raccoglierò il mio pianto” (Desenzano D/G – Brescia) Marisa...
A MALPENSA IL PIU’ GRANDE PLASTICO ITALIANO

A MALPENSA IL PIU’ GRANDE PLASTICO ITALIANO

È il più grande plastico d’Italia e non poteva che trovare collocazione a Volandia, il più grande Parco e Museo del Volo, a un passo dal Terminal 1 di Malpensa. Da venerdì 24 aprile 2015, entrando a‎l museo nato dal recupero delle storiche Officine Caproni del 1910, l’impatto sarà davvero emozionante: il pubblico, una volta “salito a bordo” di Volandia si troverà davanti al più grande plastico fisso esistente in Italia. Una sorta di museo all’interno del museo. Treni, locomotive, dirigibili, mongolfiere un mondo in movimento che rappresenta la “città ideale” pensata da Leonardo Da Vinci e reinterpretata dal professore Ogliari, “padre” del muse‎o dei Trasporti di Ranco che a breve sarà completamente trasferito a Volandia. Oltre 200 mq di superficie, 400 mt di binari, circa 500 vagoni ferroviari, una mongolfiera, un dirigibile, un centinaio fra aerei ed elicotteri che lasceranno grandi ‎e piccini a bocca aperta. La costruzione di questo plastico risale, nella a circa 40 anni fa, successivamente, con lo spostamento del museo dei Trasporti da Malnate a Ranco, il plastico venne trasferito a Villa Fantasia, dimora privata del professore, dove subì un ampliamento. Negli anni Novanta il plastico fu ulteriormente ingrandito, fino ad arrivare alle attuali dimensioni attuali e fu inaugurato nel 1996. Dopo quasi 20 anni il fascino di questo plastico rivive a...